L’asilo comunale non ha le zanzariere. ” E’ una vergogna! “

Pubblichiamo la lettera inviataci dal padre di una bimba che ha denunciato lo stato di abbandono di questo asilo. Ringraziamo il padre per la segnalazione  e per la fiducia dimostrataci.

IMG_20150804_173329
La foto inviata dal padre della bimba

Buonasera,

scrivo per segnalare le condizioni in cui sono costretti a soggiornare da alcune settimane i piccoli ospiti dell’asilo nido comunale Girotondo di Lodi.

La scelta di utilizzare in questo periodo estivo il vecchio nido di via Salvemini, invece del nuovo e più funzionale Carillon, ha come unica giustificazione quella di rendere disponibile qualche posto in più per far fronte alle richieste delle famiglie.

Mi chiedo però che senso abbia tale decisione se poi dei piccoli di età inferiore ai tre anni vengono costretti a stare tutto il giorno in una struttura arsa dal sole e priva addirittura di zanzariere!

Infatti, se c’era già l’eventualità di far funzionare il Girotondo, andava quantomeno prevista per tempo l’installazione di un impianto di raffrescamento o, quantomeno, di una protezione contro gli insetti (veicoli di trasmissione di malattie virali) da posizionare alle tante finestre aperte poste al piano terra.

Per rendere l’idea di quanto scrivo, ritengo utile allegare delle foto scattate a mia figlia questo pomeriggio al ritorno a casa e che non necessitano certo di ulteriori commenti.

Sta di fatto che l’anno scolastico è ormai quasi concluso e la nostra bambina dal prossimo settembre andrà alla scuola materna, ma vorrei far riflettere su questa vergognosa situazione affinché in futuro, con qualche modesto accorgimento e maggior buon senso, si possano risparmiare inutili sofferenze, oltre che cortisone e antistaminico, ai piccoli ospiti del Girotondo.

Cordialmente,

Firmata

Lo spreco di 300.000 euro del bar Paesaggio che abbiamo denunciato qualche giorno fa è solo l’esempio di come i soldi pubblici vengono buttati via senza alcun ritegno. Soldi che potrebbero invece finanziare opere BASILARI come delle zanzariere nelle scuole. Allo stesso modo, come denuncia il padre, la scelta di trasferire i bimbi in una struttura che generalmente è chiusa, è solo per un motivo economico/logistico. Ma come è possibile che nessuno abbia provveduto ad adeguare la struttura prima che iniziasse il nido? Tutto questo è vergognoso e dovrebbe indignare tutti noi cittadini. I soldi come abbiamo visto ci sono, solo che vengono spesi male.

Il Comune inoltre ha inoltre dichiarato che avevano fatto la disinfestazione. Ci chiediamo come sia possibile che in un asilo nido si preferisca fare una disinfestazione chimica piuttosto che mettere le zanzariere. Queste sono scelte scellerate che dimostrano la totale incapacità di questa amministrazione di recepire i bisogni dei cittadini e prendersi cura della salute di essi.

MoVimento 5 Stelle Lodi

++++ Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo! ++++

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>