Corruzione in Comune: Uggetti la smetta di banalizzare e chiarisca subito

L’arresto legato ad alcuni appalti del Comune smentiscono le parole ostinatamente rassicuranti di Uggetti con cui qualche mese liquidava come “controlli ordinari” il blitz della Guardia di Finanza in Comune.

Ora auspichiamo che ci sia la piena collaborazione del Comune con la magistratura per accertare le responsabilità del dipendente comunale arrestato ed eventuali altri coinvolgimenti.

Ci aspettiamo inoltre che il Comune vagli con attenzione tutti i procedimenti di cui il tecnico comunale era responsabile unico. Ci risulta infatti che sia stato e sia ancora responsabile di diversi grandi appalti del Comune. Ora il Sindaco deve chiarire in quali appalti il dipendente era coinvolto.

Chiediamo inoltre maggiore trasparenza da parte del Comune sulla gestione degli appalti.

Come abbiamo già denunciato in passato, il meccanismo con cui i ribassi d’asta eccessivi venivano poi compensati dall’approvazione da parte del Comune di costose varianti, è già stato riscontrato a nostro avviso in altri appalti assegnati dal Broletto.
Ora auspichiamo che il Sindaco la smetta di banalizzare questi episodi e inizi a collaborare con noi, promuovendo una reale trasparenza sulle attività del Comune e facilitando così il nostro lavoro di controllo.

Questo è l’ennesimo caso che dimostra come quest’amministrazione non sia in grado di esercitare un’azione di prevenzione e controllo efficace.

BASTA SLOGAN SU LEGALITA’ E TRASPARENZA

La realtà è che il Comune di Lodi non si è dimostrato collaborativo con noi in questi due anni, in cui ci hanno fatto penare mesi per avere accesso ai documenti sugli appalti !

E’ ARRIVATA L’ORA DI ESSERE VERAMENTE TRASPARENTI.

Durante la preparazione dell’esposto che presentammo nel 2015 sul Bar Paesaggio emersero criticità nella gestione delle varianti abbastanza simili.

Senza voler fare accostamenti forzati tra i due casi o formulare ipotesi di reato, nel caso del Bar, dal progetto iniziale da quasi 300mila euro furono cancellate diverse opere dal valore di diverse decine di migliaia di euro, ma i risparmi furono spalmati aumentando le altri voci di costo. Con questo sistema il costo finale dell’opera rimase quasi invariato, ma di fatto la struttura non è mai stata agibile perchè priva di una serie di opere, tra cui l’impermeabilizzazione.

Il Comune di Lodi anche in quell’occasione liquidò la nostra azione come “propagandistica”, salvo poi annunciare che avrebbe intrapreso delle azioni per fare chiarezza sul caso. E’ passato quasi un anno dalla nostra denuncia eppure il Comune non ha ancora fatto sapere nulla. Dovremo aspettare un intervento della magistratura perchè sia fatta un po’ di chiarezza, oppure questa volta si muoveranno un po’ prima?

Il Sindaco ha annunciato l’avvio di diversi grandi cantieri in città, alcuni come l’Isola Carolina e il raddoppio del sottopasaggio da importi a nostro avviso eccessivi che hanno già attirato la nostra attenzione. Ora più che mai c’è bisogno di collaborazione. Ora Uggetti deve dimostrare inequivocabilmente da che parte sta, oppure che si dimetta!

++++ Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo! ++++

Un pensiero riguardo “Corruzione in Comune: Uggetti la smetta di banalizzare e chiarisca subito

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>