Ex Cetem: il Comune cede e accoglie tutte le nostre richieste, ora vogliamo capire chi ha dato l’OK per l’asilo nido.

Bene la promessa di accogliere le richieste del M5S, ma ora spuntano nuove carte

Sono passati 2 mesi da quando riprendemmo la questione dell’Ex Cetem solleciatando un intervento urgente del Comune di Lodi per sanare una situazione gravissima dimenticata da anni.
Fummo subito accusati dal Sindaco e dall’assessore Ferrari di allarmismo e di aver avanzato richieste infattibili, ma a distanza di 2 mesi di battaglie, una petizione sottoscritta da oltre 200 cittadini e 3 interrogazioni parlamentari, il Comune si è svegliato e ha riconosciuto il grave pericolo per la salute pubblica e l’urgenza di un intervento, recependo esattamente tutto ciò che avevamo chiesto.

Questo dimostra quanto il nostro intervento fosse fondato e puntuale, così  come la richiesta di intervento che proponemmo era l’unica possibile in grado di tutelare i cittadini.
Questa è una fantastica vittoria del Movimento 5 Stelle, che è riuscito a  costringere il Comune a sopperire ad anni di latitanza, ma è sopratutto la dimostrazione che i cittadini, se ben organizzati e rappresentati, possono vincere contro l’immobilismo istituzionale.

Spuntano nuove carte: dal 2012 al 2015 l’indice di degrado è peggiorato di 20 punti.

Siamo venuti in possesso di due perizie sullo stato di conservazione delle coperture in amianto della Cetem.

Nella relazione del 2012 l’indice di degrado era 48 (oltre un ID 45 impone la bonifica entro 12 mesi. Sulla base di ciò , l’ASL impose l’avvio della bonifica entro 12 mesi).

Estratto-relazione-2012

A settembre 2015 l’indice di degrado era peggiorato ovunque, con valori compresi tra 56 e 68.

Estratto-relazione-2015

Dalla comparazione delle relazioni abbiamo rilevato che l’aumento dell’indice di degrado attribuito sia dovuto alla COSTRUZIONE DELL’ASILO NIDO CARILLON, PRESSO L’EX FANCIULLEZZA, inaugurato nel Gennaio 2015.

Comparazione-2012-2015

Ci chiediamo come sia stato possibile che il Comune di Lodi abbia autorizzato la costruzione di un asilo nido a soli 100 metri da una bomba cangerogena come la ex-Cetem, grande quasi quanto due campi da calcio!

La superficialità e la noncuranza con cui hanno agito le istituzioni coinvolte nel rilascio dell’autorizzazione è  inammissibile. Il movimento  stelle ha già provveduto ad integrare l’esposto presentato alla Procura della Repubblica di Lodi nel novembre 2015, depositando anche l’ultima relazione che certifica l’aumento dell’indice di degrado.

Il Sindaco è il responsabile della salute dei cittadini e rileviamo che grazie al nostro intervento Uggetti se né finalmente reso conto. Ora vigileremo per assicurarci che le promesse fatte non restino solo dichiarazioni propagandistiche per distogliere l’attenzione dai gravissimi fatti che stanno sconvolgente il Comune.

++++ Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo! ++++

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>