Il M5S incontra il Commissario: ecco il report dell’incontro

Questa mattina abbiamo incontrato il neo commissario Savastano. Un incontro proficuo, in cui abbiamo avuto modo di ribadire la nostra speranza in una profonda discontinuità rispetto all’amministrazione Uggetti, sottolineando l’importanza a nostro avviso di una trasparenza sostanziale e non solo a parole com’è stato sino ad ora.

Il commissario ci ha assicurato la massima disponibilità al dialogo e alla collaborazione e a fornirci tutti gli atti che riterremo necessari per lo svolgimento della nostra attività politica e di controllo.  Abbiamo avuto anche occasione di aggiornarlo su alcuni temi importanti, sui quali abbiamo appreso l’amministrazione uscente non ha neanche speso una parola durante il passaggio di consegne. E’ questo il caso dell’amianto dell’Ex Consorzio, una bomba ambientale su cui l’amministrazione Uggetti ha sempre voltato la faccia dall’altra parte, come dimostra infatti anche questa incresciosa omissione di informazioni al Commissario. Il Dott. Savastano ha dimostrato subito massima collaborazione e ci ha promesso che si informerà al più presto sulla vicenda e ci riferirà come l’ente intenderà agire.

Su altre questioni, il confine delle case comunali in via Milano, le partecipate GIS e Sporting Lodi, che abbiamo portato all’attenzione del commissario, saranno oggetto di approfondimento e siamo fiduciosi in un riscontro che rompa il silenzio che da troppi anni domina su queste vicende.

Qui di seguito alcune delle domande e delle risposte dell’incontro con il commissario. In blu le risposte o gli impegni ottenuti

PROGETTO CASE

In merito al progetto con cui il Comune ha cercato di reperire tramite operatori privati nuove case da affittare a canone agevolato a persone in particolari condizioni di necessità, chiediamo di conoscere:

Numero di appartamenti inclusi nel progetto

Numero di appartamenti assegnati sino ad ora

Numero di soggetti a cui poi è stato assegnato un alloggio popolare

Numero di soggetti che poi hanno trovato una sistemazione in proprio

Inoltre, come dichiarato dall’Ex Assessore Bonaldi in un articolo apparso su Il CIttadino, nelle case popolari conosciute come “La Muraglia”, vi era una grave situazione di morosità. Nel 2015 l’assessore dichiarava che ad inizio 2016 il Comune sarebbe stato in grado di quantificare la morosità totale. Non avendo ancora visto alcuna comunicazione ufficiale, chiediamo di conoscere l’importo totale del debito e il numero di soggetti con arretrati non pagati.

Abbiamo comunicato che il registro è fermo al 2012 e il Commissario si è impegnato a verificare come mai e ad aggiornarlo. Allo stesso modo comunicherà in tempi ragionevolmente brevi la situazione delle morosità


EX CETEM

In riferimento alla bonifica della Ex Cetem, in data 25/08/2016è stata emessa Determina N. 1018 relativa a LAVORI DI RIMOZIONE COPERTURA CEMENTO-AMIANTO EDIFICIO DENOMINATO EX CETEM SITO IN C.SO MAZZINI 61 A LODI – INDIVIDUAZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO.

Il Documento però non è accessibile dalla sezione trasparenza del sito del Comune di Lodi. Con la presente chiedo pertanto copia della sopra citata determinazione.

La copertura per Cetem c’è. Il Commissario intende fare un sopralluogo per verificare lui stesso l’entità del problema.


EX CONSORZIO

In riferimento alle coperture di amianto presenti presso l’edificio denominato Ex Consorzio, il 28 Maggio 2016, dopo 2 accessi agli atti eseguiti dal M5S, il Comune di Lodi nella persona della Vice Sindaco Simonetta Pozzoli, emanava un ordinanza sindacale nei confronti dei proprietari dell’edificio con il fine di imporre l’inizio dei lavori di bonifica.

Essendo passati ben oltre 60 giorni e non essendo ancora iniziati i lavori di bonifica, chiediamo evidenza di quali azioni ha intrapreso il Comune di Lodi in seguito alla non ottemperanza dell’ordinanza sindacale da parte dei proprietari

Il Commissario non era stato informato dall’amministrazione uscente di questo gravissimo problema per la salute dei cittadini lodigiani. Abbiamo quindi ricostruito la vicenda e fornito copia dell’ordinanza. Ora confidiamo che in breve tempo si possa procedere con l’iter, vista la pericolosità della situazione, aggravata dai gravi ritardi e dai mancati interventi dell’amminstrazione Uggetti. Alla luce di quanto è emerso, a seguito dell’ordinanza emessa dopo decine di mesi di ritardo e solo a seguito del nostro intervento, il Comune non si è nemmeno preoccupato di verificare se il privato abbia presentato o meno il piano.


DIPINTO “LA CORTE DI LUDOVICO IL MORO” E CATALOGO DELLE OPERE DEI MUSEI CITTADINI E DELLE OPERE D’ARTE IN DISPONIBILITA’ DEL COMUNE DI LODI

Opera di grande valore artistico, da quando è partita la ristrutturazione della sala Granata (Ex sala San Paolo), alcuni cittadini hanno lamentato che il quadro contenuto nella sala non è più a disposizione della cittadinanza. Alla domanda a mezzo stampa rivolta da un cittadino all’assessore competente è stato risposto che si trova in “luogo idoneo”, senza specificare il luogo e quando tornerà visibile alla cittadinanza. Chiediamo quindi di conoscere dove si trova e per quale motivo, dopo 5 anni, il quadro non è ancora tornato a disposizione della cittadinanza.

Il Commissario non era a conoscenza del problema ma si dimostrato disponibile a verificare sin da subito dove è conservato il quadro e dandoci la sua disponibilità per effettuare un sopralluogo entro pochi giorni. Allo stesso modo si è impegnato a reperire il catalogo delle opere dei musei cittadini


NOMINE

Chiediamo la revoca di tutte le nomine effettuate da Uggetti dal 3 Maggio in poi.

Il Commissario ha definito queste nomine legittime, pertanto ha annunciato che non interverrà.


RINNOVO L’INCARICO DI ADDETTO STAMPA E DI PORTAVOCE DEL SINDACO.

Noi riteniamo che il primo possa essere svolto dall’URP, mentre il secondo appare del tutto inutile ed inopportuno.

L’incarico di portavoce del sindaco è stato eliminato. Per il Comune lo ha mantenuto perchè l’ha ritenuto necessario, in quanto in questo momento ha la necessità di comunicare in modo trasparente e continuativo il lavoro che svolge, ritenendo implicitamente non sufficiente l’URP come da noi proposto. Qualora Gazzola dovesse comunque venire meno al principio di imparzialità e non dovesse rispettare il codice deontologico, interverrebbe lui in prima persona 


SPORTING LODI

Richiesta di chiarimenti circa la situazione finanziaria e il piano di rientro del debiti che Sporting ha nei confronti di SAL (ad oggi consistono in circa 53.000 euro di fatture non pagate)

Per tutto il caso piscine, il Commissario ha già chiesto ai dirigenti una relazione approfondita per conoscere i fatti e la reale situazione economico finanziaria degli impianti. Venerdì incontrerà Linea Gestioni.


CPI Scuole

Tutte le scuole comunali sono ancora senza certificati di prevenzione incendi. Abbiamo quindi chiesto che cosa intende fare l’ente comunale per sopperire a questa gravissima mancanza che pregiudica la sicurezza nelle scuole comunali.

Per quanto riguarda i certificati prevenzione incendi la Don Milani sarà il primo istituto del capoluogo ad avere il certificato. Oggi il commissario effettuerà un sopralluogo perchè pare che siano in ritardo con i lavori.

 

 

++++ Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo! ++++

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>